Moger – Arte e Cultura

From the blog

castello

Tra politica e cultura. Stupor Mundi saluta Castelbuono

A soli cinque mesi dalle elezioni castelbuonesi di maggio, l’Accademia Musicale Stupor Mundi paga dazio alla nuova amministrazione: un progetto culturale (a costo zero per il comune e dall’impatto indubbiamente molto rilevante) a cui il Comune ha deciso di non “credere” più. La realtà delle cose è naturalmente molto diversa dalla legittima discrezione della politica e non può che intrecciarsi, nel modo meno lungimirante possibile, solo con le sue beghe.
L’Accademia – nata da un’idea di Moger Arte e Cultura, Società Cooperativa Sociale ONLUS per valorizzare i giovani talenti musicali siciliani, dandogli la possibilità di studiare ad altissimi livelli e a costi contenuti – in questi due anni ha operato a Castelbuono in un settore indubbiamente di nicchia, e pertanto con poca visibilità, ma annoverando numerose presenze di allievi e soprattutto personalità musicali tra le più importanti al mondo. I docenti che si sono avvicendati in questo primo biennio di attività vantano infatti ruoli di prim’ordine nelle più importanti stagioni concertistiche ed orchestre del mondo.
Basti leggere i nomi intervenuti per rendersi subito conto del valore indiscusso del livello didattico dell’Accademia, nonché della quantità di incontri organizzati. Da gennaio 2011 ad oggi si sono succeduti alla guida delle lezioni della Stupor Mundi: Francesco Manara (Primo Violino del Teatro alla Scala di Milano), Adriano Del Sal (Chitarrista di fama mondiale – Docente dell’Accademia Chitarristica di Pordenone e della KUG-Universitat fur Musik und Darstellende Kunst di Graz-Austria), Geraud Etrillard (Sassofonista della Garde Republicaine francese), Giovanni Puddu (Chitarrista di fama mondiale e docente presso i conservatori di Cremona, Catania e Caltanissetta), Francesco Tornabene (Docente di Chitarra presso il Conservatorio “B.Marcello” di Messina), Vincenzo Paci (Primo Clarinetto Solista del Gran Teatro La Fenice di Venezia), Giovanni Roselli (Primo Flauto del Teatro alla Scala di Milano, già Primo Flauto del Teatro Massimo Bellini di Catania), Diego Cannizzaro (Organista e docente presso l’Università degli Studi di Palermo, l’Istituto Musicale Pareggiato “V.Bellini” di Caltanissetta e il Conservatorio “N.Rimski-Korsakov” di San Pietroburgo), Mario Ciaccio (Sassofonista di ruolo presso la Banda della Polizia di Stato), Sergey Kolesov (Sassofonista russo – Premier Prix al Concorso Mondiale Adolphe Sax 2006 – Dinant [Belgio]), Simon Diricq (Sassofonista belga, docente presso il Conservatoire Royal de Bruxelles – Premier Prix al Concorso Mondiale Adolphe Sax 2010 – Dinant [Belgio]), senza dimenticare le presenze di Antonino Mollica (Docente di sassofono presso il Conservatoire Regional de Cambray FR), Fabrizio Mancuso (Docente di sassofono presso il Conservatoire Regional de Annecy FR), Vincent David (Sassofonista francese, solista di fama mondiale, docente di Sassofono presso il Conservatoire de Versailles – Premier Prix al Concorso Mondiale Adolphe Sax 1994 – Dinant [Belgio]), Angelo Gilardino (Chitarrista Storico e Musicologo di fama mondiale – Premio Andreas Segovia alla Carriera) – questi ultimi presenti in Italia unicamente presso l’Accademia Musicale Stupor Mundi – ed infine il violinista russo Boris Belkin, uno dei più importanti violinisti al mondo.
Se in aggiunta a questo si pensa che alcuni di questi docenti sono tornati a Castelbuono anche per 10 incontri all’anno, si possono tirare le somme di un biennio ricco di presenze sul territorio. Presenze di studenti accorsi da tutta Italia e da Francia, Polonia e Malta: quasi cinquecento in due anni. Studenti che hanno soggiornato, studiato, mangiato, conosciuto Castelbuono e le sue peculiarità storiche-artistiche, turistiche e gastronomiche per venti mesi. Tutto ciò destagionalizzando il flusso turistico – assicurando quindi lavoro a b&b, ristoranti e quant’altro nei periodi di bassa stagione – e soprattutto fornendo un contributo significativo nella promozione turistica di Castelbuono in alcuni circuiti culturali decisamente prestigiosi.
In questi due anni Moger Arte e Cultura ha dato vita, a Castelbuono e fuori dai suoi confini ,anche a diverse manifestazioni che si ripeteranno in futuro, quali Antiqua Musica Castribonensis, corso dedicato alla musica antica, alla Settimana della Chitarra e al Campus Internazionale del Sassofono a Messina.
Per completare il quadro si potrebbe anche tenere conto dei concerti offerti gratuitamente alla cittadinanza al termine dei corsi più importanti e dei corsi annuali, presso la splendida sala del Principe del Castello con la collaborazione di un’altra delle più eminenti realtà del comune di Castelbuono, ossia il Museo Civico. Occorre notare che, consapevoli delle difficoltà economiche e del periodo di crisi la Cooperativa Moger Arte e Cultura ha sempre provveduto a proprie spese anche agli oneri SIAE.
Non solo, quindi, un progetto a costo zero (salvo il semplice fatto di riservare, per non più di due fine-settimana al mese, due stanze del Palazzo Failla dove svolgere le lezioni e custodire i pianoforti, i leggii ed un piccolo armadietto con il materiale didattico; e senza disporre della chiave della struttura) ma il tentativo di contribuire, sempre più direttamente, ad aumentare ulteriormente la ricaduta e di “capitalizzare” insieme, ci auguravamo con crescente incisività, tali prestigiose presenze per la diffusione della cultura e della migliore musica colta.
Dopo un colloquio con la nuova Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco Dott.A.Tumminello, l’Accademia Musicale Stupor Mundi, nata sotto la spinta propulsiva della seconda Amministrazione Cicero, non gode più dell’interesse del Comune, che ha espresso esplicitamente la volontà di non proseguire la collaborazione avviata da quasi due anni. L’unica ragione della scelta, ci pare di capire, celata dietro una chiusura aprioristica non meglio motivata, sta nella presenza nella cooperativa di persone “sgradite”. Recidere progetti costruttivi e prestigiosi in nome della ritorsione politica è, con evidenza, un danno arrecato solo al paese.
Perché, per fortuna, sono già numerose le amministrazioni comunali che si sono rese disponibili ad ospitare il progetto culturale della Cooperativa Moger Arte e Cultura: già nei weekend appena trascorsi, 12/14 e 19/21 ottobre 2012, l’Accademia ha riaperto i battenti presso la sede del Centro Sociale di Isnello ospitando prima il sassofonista russo Sergey Kolesov e poi il trombettista Marco Pierobon, oltre la ventina di allievi provenienti da tutta la Sicilia. Resta immutata la fitta programmazione di eventi fino a tutto il 2013. Cogliamo l’occasione per salutare e ringraziare, oltre alle Istituzioni e alle persone che hanno creduto nel progetto, le tante strutture ricettive e di ristoro con cui abbiamo avuto la fortuna di collaborare nel segno della reciproca soddisfazione.
L’attività dell’Accademia Stupor Mundi proseguirà serenamente il proprio cammino, nella certezza provata che altri territori valutano in maniera diversa il progetto e dove i diversi orientamenti politici non determinano le scelte culturali di un territorio.
Nicola Mogavero
Presidente Moger Arte e Cultura – società cooperativa onlus
www.accademiastupormundi.it

Comments are closed.